Ifigenia: il gioco
22 Novembre
21:00
WEGIL
Largo Ascianghi, 5
Roma, RM 00153 Italia
+ Google Map:

Liberamente ispirato all’opera di Euripide e di Michel Azama la pièce rilegge la tragedia di Ifigenia, primogenita figlia di Agamennone sacrificata in nome della guerra di Troia, in chiave moderna e tragicomica. È dall’Olimpo che lo spettacolo prende le mosse. Qui le divinità, annoiate e capricciose, come bambini irrequieti discutono e litigano, pregando la loro guida, Crono, di concedergli un nuovo gioco: Ifigenia, vergine ambita e mortale che sarà da loro contesa.

Se la legge divina non segue più la logica della causa e dell’effetto, ciò che resta non è altro che un lancio di dadi, dove il destino degli uomini diventa semplice funzione di un azzardo degli dei. Essi si fingono mortali, tramano e ordiscono per placare la loro sete di
vendetta, tessendo il filo del destino di Ifigenia. Ragazzina illusa, sposa promessa, vittima sacrificale, Ifigenia è uno dei personaggi femminili più potenti del mito greco. La compagnia la ritrae in tutta la sua complessità emotiva.
Circuita e raggirata, accorata nel chiedere pietà, trasforma la disperazione e la rassegnazione in un messaggio che va oltre la dimensione del martirio, per porsi come testimonianza universale.

Spettacolo con Barbara Bianchi, Chiara Casali, Giulia De Santis, Chiara Laureti, Chiara Postacchini, Arianna Saturni

Evento a cura dell’Associazione Culturale Sovragaudio, proosso dalla Regione Lazio all’interno del WEGIL gestito da LAZIOcrea.

Ingresso gratuito

22 Novembre
21:00
WEGIL
Largo Ascianghi, 5
Roma, RM 00153 Italia
+ Google Map: